Quante famiglie. Esperienze e strumenti per il riconoscimento, l'inclusione e l'interazione a partire dal catalogo Leggere Senza Stereotipi

 

Prendendo spunto dalla formazione che l'associazione Scosse ha condotto nei nidi e nelle scuole dell'infanzia del Comune di Parma nel 2016-2017, verrà affrontato il tema delle diverse configurazioni familiari e dei diversi tipi di famiglie che entrano nelle scuole insieme a bambini e bambine. Gli albi illustrati presenti nel catalogo Leggere Senza Stereotipi forniranno strumenti utili a educatrici, educatori e insegnanti per leggere la complessità del mondo in cui viviamo oltre a configurarsi quali utilissimi supporti per permettere a ognuna e ognuno di sentirsi accolto/a e rappresentato/a, di raccontarsi e di dialogare, leggendo le differenze come ricchezza.

Storica dell'arte contemporanea, dottoressa di ricerca in Scienze dell'educazione, si occupa di didattica dell'arte, studi di genere e promozione alla lettura.

È cultrice della materia in Letteratura per l’infanzia all’Università di Roma Tre.

Per l’associazione SCOSSE, di cui è tra le fondatrici, si occupa del settore Formazione e infanzia e cura il catalogo Leggere senza stereotipi.

 

Articoli

 

Un altro immaginario è possibile. Bambine e bambini negli albi illustrati

Una scossa contro gli stereotipi

Giulia Franchi