“Le ricerche mettono in luce che la partecipazione e il coinvolgimento dei genitori hanno una forte influenza sulla qualità dei servizi, specialmente in contesti educativi che sono sempre più caratterizzati da diversità socio-culturale. […] …le ricerche rivelano che un investimento di lungo periodo volto a sostenere la riflessività degli operatori così come le pratiche partecipative che coinvolgono i genitori nella vita del servizio, contribuisce a creare un ambiente dinamico nel quale tutti coloro che partecipano a tali processi imparano l’uno dall’altro. […] E’ necessario che i servizi per l’infanzia adottino modelli educativi e di cura centrati sul bambino, che prendano in considerazione i loro punti di vista e che li coinvolgano attivamente nei processi decisionali che li riguardano”.

Materiali per la riflessione e la discussione

a cura di Moira Sannipoli

Diritto a partecipare – Una riflessione di Ermanna Curina

Ermanna Curina
La Partecipazione è il fondamento per una vita sociale significativa e di tipo democratico. Gaber cantava: “libertà è partecipazione!”. La partecipazione rende vitali i servizi educativi della prima infanzia e oltre, e, nella prima infanzia, la partecipazione attiva dei genitori è essenziale per la stessa relazione col proprio figlio/a

1 comment

Costruire partecipazione nel tempo della vulnerabilità

Gino Mazzoli

Supplemento al numero 259/2012 di Animazione Sociale – mensile per gli operatori sociali

0 comments
Diritto a partecipare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *